Saper vendere: Non sarai mai un venditore!

Marketing, Vendite e Controllo
Follow Me

Saper vendere: Non sarai mai un venditore!

By circhirillo   /     Mar 25, 2015  /     Tecniche di vendita  /     , , ,

venditore

Cosa serve per saper vendere?

 

 Esiste un patrimonio genetico particolare che ci consente di venire al mondo con l'innata magia di saper vendere?

Tu non sarai mai un venditore!

Venditori si nasce non si diventa!

 
Non si impara a saper vendere!
Per saper vendere ed essere un venditore quello che conta veramente è il carattere, devi essere espansivo, brillante, carico…..
In sostanza il buffone di corte che con la sua splendida parlantina appioppa il suo prodotto a tutti.
Quello venderebbe anche i ghiaccioli al polo nord!!!    E come lo fa?
Andando dal cliente preso a caso dalle pagine gialle (oppure in qualche elenco di S.r.L. se la sua azienda è B2B), facendoselo “amico” con due battute sul calcio e sulla gnocca e rimbecillendolo spiegandogli i vantaggi e le caratteristiche del suo prodotto con una supercazzola che neanche il conte Mascetti nei suoi giorni migliori……
saper vendereVe lo ricordate il mitico Ciro, cartolaio ufficiale della 3C che dimostrava di saper vendere al povero Bruno Sacchi di tutto e di più quando il simpatico roscio cicciottello era entrato solo per avere una penna Bic?
Ebbene, c’è ancora chi cerca venditori di tal guisa.
Ed ora la brutta notizia, i Bruno Sacchi in giro sono ampiamente terminati, quando entri in contatto con il compratore medio egli ha già sulle spalle 2/3 ore di ricerche su internet e, mediamente, conosce già il prodotto meglio di te.
Allora quali sarebbero le armi che dovrebbe sfoggiare un vero venditore che si vanti di saper vendere?
Partiamo dalle basi:
assodato che tu
  • non sia un “orso” perennemente arrabbiato con il mondo pronto a mandare a quel paese qualsiasi malcapitato si pari sulla tua strada.
  • Ti vesta in modo decente o quantomeno curato.
  • Non emani alcun olezzo insopportabile.
  • Sappia parlare correttamente italiano e non solamente il dialetto.
Le competenze che dovresti avere, per saper vendere e per cercare di emergere dalla massa sono:
  • Competenze specifiche sul tuo prodotto (dai, questa era scontata).
  • Un tuo posizionamento competitivo che ti consenta di differenziarti dalla miriade di altri venditori che si affannano a lasciare in giro preventivi uguali a tutti i loro competitors sperando di aver azzeccato il prezzo più basso.
  • Una conoscenza avanzata del target cui ti proponi (una regola fondamentale della vendita è che non é assolutamente vero che si possa vendere tutto a tutti tramite fantomatiche tecniche ipno-coercitive.)
  • Un sistema di generazione di hot lead che ti porti a parlare con il giusto target di cliente, quantomeno interessato a ciò che dovrai poi proporgli. (vedi anche punto precedente.)
  • Una certa perspicacia e allenamento a riconoscere chi hai di fronte, quali sono le sue leve motivazionali d’acquisto, qual è il suo tipo di personalità.
  • Un tuo sistema di vendita professionale che ti permetta di condurre una trattativa con tutti i crismi necessari.
Ok, non è un trattato totalmente esaustivo, lo scopo era solamente quello di mettere un po’di carne al fuoco per i prossimi argomenti di discussione.
Però è innegabile che, già capire questi pochi punti cardine, dia un enorme vantaggio competitivo rispetto alla tua concorrenza e ti faccia capire come é importante saper vendere sia il tuo prodotto che la tua professionalitá.
Ovviamente, se sei il venditore dell’azienda leader del settore, ti basta mettere in pratica solamente alcuni concetti base e la vendita è probabile che venga effettuata senza alcuna fatica.
Parliamoci chiaro, chi di noi ha la fortuna di vendere Ferrari, Rolex, Red Bull o Coca Cola?
C’è nessuno?
Immaginavo….
E allora? Allora rimbocchiamoci le maniche e proviamo ad aggiungere al nostro arco quante più frecce possibili per aumentare la nostra professionalità ed imparare a saper vendere.
A volte m’imbestialisco veramente quando sento dire: “ Lui ha venti anni di esperienza nelle vendite”, quando poi si capisce benissimo che il personaggio in questione ha fatto magari due o tre corsi di vendita tenuti da un qualche fantomatico “motivatore” vent’anni fa e per vent’anni ha continuato ad attuare la stessa strategia: per lo più, mi faccio amico il cliente e vendo alla grande.
Ok, ripeto, parliamo di un’altra era geologica, ora, che piaccia o no, le regole del gioco sono totalmente cambiate, non vince il più simpatico ma il più professionale.
Lo so, per saper vendere l’esperienza sul campo conta eccome, come conta (a mio avviso di più):
  • La voglia di aggiornarsi.
  • Progredire professionalmente.
  • Acquisire ogni giorno competenze nuove.
  • Aggiornarsi continuamente sfruttando tutti i canali possibili. (un consiglio: buttate la televisione e concentratevi su attività che possano farvi maturare professionalmente, dai! Un bel libro ogni tanto lo puoi anche leggere.)
  • Analizzare e indagare i migliori venditori e assimilarne le competenze (su internet oramai si trovano risorse gratuite e non in quantità industriali).
  • Studiare, studiare, studiare.
Il messaggio che vorrei far passare con questo post è:
La vendita in Italia è vista come il lavoro dello scappato di casa che, avendo a mala pena finito gli studi e non trovando altro si viene a trovare di fronte al bivio:
  1. Tento la carriera nella raccolta dei pomodori (ma poi a stare gobbo mi viene il mal di schiena.)
  2. Faccio il venditore
Ragazzi, non è assolutamente così, o quantomeno non lo è più, forse ve ne sarete già accorti ma il mondo é parecchio più incasinato di qualche anno fa e le difficoltà non faranno altro che aumentare sempre di più.
Oramai il Venditore è una figura che andrá progressivamente e molto velocemente a scomparire per essere sostituita dal Professionista della Vendita.
Volete essere Professionisti della Vendita?
Siate perennemente onnivori per tutto ció che riguarda la vendita professionale, fatevi pervadere dalla voglia di conoscenza, ripeto, gli strumenti, gratuiti e a pagamento sono oramai tantissimi, abbiamo la fortuna di vivere in un mondo complicato (esatto ho proprio detto fortuna, non ho scordato nessuna esse iniziale) nel quale solo i migliori emergeranno, saper vendere si impara!
torta
La “torta” si restringe, allora spazziamo via i competitors piú deboli e mangiamoci una fetta ancora piú grossa. Come si fa? Esiste una sola parola che deve riecheggiare sempre nella nostra testa:
 

FORMAZIONE

   

...to be continued!

Stay tuned!!!

Ora tocca a te!

Se ti é piaciuto questo mio post ti sarei infinitamente grato se lo condividessi sui social cliccando sui pulsanti qui sotto.

Dai, mi sono impegnato, dammi un riconoscimento!!!

 

UP THE IRONS!!!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: